…ancora GIORGIO il grande…

Un pò di tempo fà sono stata a Padova a vedere la mostra su De Chirico.
Le opere esposte mi hanno offerto un’immagine viva e completa del suo percorso artistico e mi hanno colpito molto.
llegada.jpg
L’enigma dell’arrivo
La novità dell’arte di de Chirico consiste nel guardare al mondo non tanto come a una cosa da riprodurre, ma come a un significato da interpretare.
Con la sua pittura metafisica egli utilizza le figure del mito come metafore, attraverso cui narra la propria esperienza del mondo.
Le sue opere mettono lo spettatore di fronte a scene mute e sospese che sono prive di azione e inducono attesa, inquietudine, stupore.
De Chirico toglie ai segni le loro relazioni abituali e logiche, vuole far scaturire nuovi significati incontrollabili e creare associazioni poetiche del tutto impreviste.
3.jpg
La mattinata angosciosa
Le sue opere mettono lo spettatore di fronte a scene mute e sospese che sono prive di azione e inducono attesa, inquietudine, stupore.
De Chirico toglie ai segni le loro relazioni abituali e logiche, vuole far scaturire nuovi significati incontrollabili e creare associazioni poetiche del tutto impreviste.
4.jpg
Il destino del poeta
Il manichino metafisico nasce nel 1914 come figura simbolica, ogni quadro è un ritratto dell’anima e della mente. I segni sulle teste simbolizzano la facoltà di “seconda vista” che i Greci chiamavano epopteia, la mancanza di braccia suggerisce l’attività mentale e spirituale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: